Cortocircuito

“Un cortocircuito è un collegamento fra due punti di un circuito elettrico che ha resistenza prossima a zero. Esso impone una tensione nulla (o trascurabile) ai capi del circuito ma non vincoli sulla corrente che passa attraverso di esso, che può assumere valori molto elevati.”
-Wikipedia-

Siamo energia. Tu sei energia.
Lei è energia. Lui è energia.

E l’energia si muove,
crea forme, 𝗿𝗲𝗻𝗱𝗲 𝗿𝗲𝗮𝗹𝗲
ciò che pensiamo,
ciò in cui crediamo.
Il lavoro introspettivo
è fondamentale per conoscere
da dove proveniamo,
𝗾𝘂𝗮𝗹𝗶 𝘀𝗼𝗻𝗼 𝗹𝗲 𝗰𝗼𝗻𝘃𝗶𝗻𝘇𝗶𝗼𝗻𝗶,
𝗶 𝗹𝗶𝗺𝗶𝘁𝗶, 𝗹𝗲 𝗰𝗿𝗲𝗱𝗲𝗻𝘇𝗲
che abbiamo ereditato.
Per conoscere 𝗶 𝘁𝗮𝗹𝗲𝗻𝘁𝗶, 𝗶 𝗱𝗼𝗻𝗶
𝗲 𝗹𝗲 𝗮𝗯𝗶𝗹𝗶𝘁𝗮̀ che possiamo sviluppare.

Senza alcun lavoro
sul proprio Mondo interno,
è come abitare un corpo
di cui non conosciamo né le potenzialità né chi vi abita.
Sconosciuti a se stessi.

Condizione favorevole, questa,
per entrare in contatto con gli altri,
𝗲𝘀𝘀𝗲𝗿𝗲 𝗺𝗮𝗻𝗶𝗽𝗼𝗹𝗮𝗯𝗶𝗹𝗶 𝗲 𝗽𝗿𝗶𝘃𝗶 𝗱𝗶 𝗿𝗲𝘀𝗶𝘀𝘁𝗲𝗻𝘇𝗮.
Essere resistenti non significa
“ho la risposta pronta” “mi sono arrabbiato e glie ne ho dette di tutti i colori”…

Essere resistenti significa avere 𝗰𝗼𝘀𝗰𝗶𝗲𝗻𝘇𝗮 𝗱𝗲𝗶 𝗽𝗿𝗼𝗽𝗿𝗶 𝗹𝗶𝘃𝗲𝗹𝗹𝗶 𝗽𝗿𝗼𝗳𝗼𝗻𝗱𝗶 e attuare una risposta a stimoli esterni che amplifichi l’energia di cui siamo vestiti.
Significa 𝗰𝗿𝗲𝗮𝗿𝗲 𝗹𝗲 𝗰𝗼𝗻𝗱𝗶𝘇𝗶𝗼𝗻𝗶 𝗼𝘁𝘁𝗶𝗺𝗮𝗹𝗶 𝗽𝗲𝗿 𝗹𝗮 𝗽𝗿𝗼𝗽𝗿𝗶𝗮 𝘁𝗿𝗮𝘀𝗺𝘂𝘁𝗮𝘇𝗶𝗼𝗻𝗲.
Significa essere nel flusso.
Significa agire con 𝗦𝗼𝘃𝗿𝗮𝗻𝗶𝘁𝗮̀ 𝗶𝗻𝘁𝗲𝗿𝗶𝗼𝗿𝗲.

Altrimenti?

𝗣𝗿𝗲𝗽𝗮𝗿𝗮𝘁𝗶 𝗮𝗹 𝘁𝘂𝗼 𝗰𝗼𝗿𝘁𝗼𝗰𝗶𝗿𝗰𝘂𝗶𝘁𝗼,
a vivere le scelte di altri,
a scegliere per te in base agli altri.

Connettetevi “a terra”,
alla Madre Terra,
così da scaricare impulsi nevrotici
o fuori controllo,
e lasciate salire tutto il nutrimento.

Spingetevi a conoscere i vostri interruttori,
𝗴𝗶𝗼𝗰𝗮𝘁𝗲 𝗰𝗼𝗻 𝗹𝗮 𝘃𝗼𝘀𝘁𝗿𝗮 𝗲𝗻𝗲𝗿𝗴𝗶𝗮 𝗲 𝗱𝗶𝘃𝗲𝗻𝘁𝗮𝘁𝗲 𝗰𝗼-𝗰𝗿𝗲𝗮𝘁𝗼𝗿𝗶 𝗱𝗶 𝘂𝗻𝗮 𝗿𝗲𝗮𝗹𝘁𝗮̀ 𝗰𝗵𝗲 𝗿𝗶𝗰𝗮𝗹𝗰𝗮 𝘂𝗻𝗮 𝗻𝘂𝗼𝘃𝗮 𝗰𝗼𝘀𝗰𝗶𝗲𝗻𝘇𝗮.